SUCCESSO PER LA SERATA DEDICATA A TAMARA DE LEMPICKA

Da sinistra: Fiammetti, Fappanni e Cominetti

PESCAROLO. Circa cinquanta persone hanno partecipato nei giorni scorsi, in Sala Camozzi, all’ultimo appuntamento con l’arte al femminile promosso dall’amministrazione comunale in collaborazione con la biblioteca. Dopo le serate dedicate ad Artemisia Gentileschi e a Frida Kahlo, il critico e storico d’arte Simone Fappanni ha tenuto una conferenza su Tamara de Lempicka, “la pittrice della seduzione”.

La serata è stata introdotta dal sindaco, Graziano Cominetti, affiancato dall’assessore alla cultura, Marta Fiammetti. Il primo cittadino ha sottolineato l’importanza di questi appuntamenti, in quanto occasioni per approfondire personalità originali del mondo dell’arte; occasioni che rientrano in un ampio ventaglio di proposte culturali che si articolano lungo il corso dell’anno.

Nata in Polonia nel 1898, Tamara ha studiato arte a San Pietroburgo e poi si è trasferita a Parigi, dove ha sviluppato il suo stile originale che l’ha resa una delle protagoniste dell’arte del ventesimo secoli. I suoi lavori più sono noti sono figure eleganti e affascinanti, spesso rappresentate in pose sensuali e sono state influenzate, per certi aspetti, dallo stile Art Deco, anche  se spesso presentano una combinazione di forme geometriche e linee fluide.

Non mancano, tuttavia, altri soggetti, a sfondo religioso, sociale e naturamortista, che verranno esaminati nel corso dell’incontro che, per la modalità di svolgimento seminariale, è aperta anche a chi non ha alcuna preparazione specifica sull’argomento. La vita de Lempicka è stata altrettanto interessante quanto le sue tele. Dopo aver vissuto a Parigi per molti anni, ha lasciato l’Europa durante la seconda guerra mondiale e si è trasferita negli Stati Uniti.

Nonostante il successo come artista, la vita personale di Tamara non è stata priva di difficoltà. Ha avuto relazioni tumultuose e ha lottato con problemi finanziari per gran parte della sua vita. Nonostante ciò, il lavoro di Tamara de Lempicka continua ad ispirare. Dato il successo degli incontri, l’amministrazione sta già pensando di proporne altri.