INAUGURATA COLORI E VISIONI, PERSONALE DI CASTIGNOLI A PALAZZO DUEMIGLIA

Fappanni, Copercini, Castignoli, Botti e Denti

CREMONA. Si è aperta con il recital delle poetesse Manuela Copercini e Tiziana Botti  la personale del piacentino Romano Castignoli a Palazzo Duemiglia. Nelle sale di Largo Madre Agata Carelli, l’artista propone una trentina di opere fra oli e acquerelli, suddivisi in diverse sezioni, in cui si possono ammirare paesaggi, fra cui suggestivi scorci della Serenissima e panorami padani, nature morte e composizioni. 

Nato a Carpaneto, Castiglioni si è diplomato presso l’Istituto d’arte Gazzola di Piacenza. Inizia l’attività artistica a soli quattordici anni lavoravano nel laboratorio orafo del cesellatore Luciano Fornasari. Proseguendo gli studi abbandona progressivamente lastre e ceselli per dedicarsi alla pittura un vive e lavora a Piacenza. Nel corso della sua esperienza creativa ha esposto con successo in numerose località e ha conseguito importanti premi e riconoscimenti.

Della sua quadreria si sono occupati importanti studiosi e critici.. «In questa occasione – ha detto  Simone Fappanni durante la presentazione – l’artista ha deciso di presentare un saggio significativo della sua ampia produzione, iniziando dai paesaggi. In essi si osserva un rapporto “diretto” con la natura, osservata con attenzione e dipinta con estremo trasporto nell’alternarsi ciclico delle stagioni. I verdi di scorci e panorami noti e meno conosciuti vengono sublimati grazie a una sottile materia pittorica che riesce a esaltare le fonti luminosi e i dettagli, definiti con perizia certosina.

Agli scenari si alternano le nature morte e le composizioni, in cui il senso dell’insieme viene dato sia dal disegno, frutto di una sicura disciplina, che dal pigmento, steso senza pentimenti, sulla tela o sulla carta, con bella apertura immaginativa.  Ogni lavoro di Romano risulta, in fatti, un vero e proprio pezzo unico, irripetibile, capace di emozionare nel profondo senza mai essere fragilmente didascalico.

Ecco allora che il “viaggio”, tutto interiore, che propone Romano, si colora di infiniti accenti cromatici, che il pittore lascia scoprire all’osservatore poco a poco, quasi a richiamare quei tempi e quei modi, mai frenetici come quelli della società contemporanea, che appartengono, invece, all’universo naturale». 

La mostra, accompagnata da un elegante catalogo, è visitabile gratuitamente da lunedì a sabato dalle ore 14,00 alle 16,30.